Social Media Marketing In Assicurazione

Si è tenuto a Monza il 15 novembre 2019 l’incontro sul Social Media Marketing per Intermediari di Assicurazione.

La giornata si è svolta all’insegna della pratica, dove durante la mattinata Andrea Martano ha mostrato tutte le iniziative messe in atto dalla propria agenzia quali: la creazione di landing page e l’uso dei video su Facebook, Instragam, Linkedin e Watshapp.

Nel pomeriggio grazie all’ausilio degli esperti Marco Speziali di MBNews per le video-pillole, Andrea Mugerli per le piattaforma Social, Carlo Berneri per le landing-page e siti web e Giulio Fasiello per le Immagini e Foto i partecipanti hanno lavorato in diversi gruppi affrontando tutte le tematiche concrete per la realizzazione degli strumenti digitali proposti.

Fantastico Marco

PRIMA GUARDA IL VIDEO DI MARCO MONTEMAGNO!

Ora i miei risultati:

nel 2016 la mia agenzia ha fatto NUOVI PREMI Rami Danni solo con UnipolSai per oltre 814.746,49 euro (dati certificati dalla direzione)

La scuola di formazione Martano Services:

Agenti e Brokers serviti  nel periodo 2012-2016 = 269

Persone certificate nel periodo 2012-2015 = 794

Attestati rilasciati nel triennio 2012-2015 = 1.756
Nel  2015 la mia agenzia ha fatto NUOVI PREMI Rami Danni solo con UnipolSai per oltre 680.000 euro (dati certificati dalla direzione)

La scuola di formazione Martano Services:

Agenti e Brokers serviti nel triennio 2012-2015 = 217

Persone certificate nel triennio 2012-2015 = 717

Attestati rilasciati nel triennio 2012-2015 = 1.505

Considerate che:

A – Faccio l’agente di assicurazioni per vivere e la formazione rappresenta il mio hobby….preferito, ma sempre un hobby

B – La vera domanda che ogni  Agente dovrebbe porsi è: ma quante polizze ha venduto nella sua vita il mio direttore commerciale? e il mio ispettore?

….quindi non lamentiamoci se in Italia manca non solo la cultura assicurativa ma anche il giusto orientamento alla proposizione commerciale.

Tecnica di chiusura PRO-CONTRO

si o noTecnica di chiusura pro-contro conosciuta anche come tecnica Benjamin Franklin

 

Questa tecnica mette a confronto il venditore di polizze ed il cliente, nel  modo di pensare per prendere decisioni.

Soppesiamo i pro e i contro. Consideriamo le ragioni a favore di una decisione, e le compariamo con quelle contro.

L’invenzione di questa tecnica viene attribuita a Benjamin Franklin, il primo milionario americano che si sia fatto da sé.

Era solito prendere le sue decisioni prendendo un foglio di carta dove tracciava una linea al centro.

Da un lato avrebbe scritto tutte le ragioni a favore della decisione e dall’altra tutte le ragioni contro. Avrebbe dunque studiato la lista, e preso la decisione.

Quando il cliente è in difficoltà o ancora indeciso puoi dire “Sig. cliente, usiamo il metodo Benjamin Franklin. E’ molto semplice. Lui era solito farne uso e divenne il più ricco uomo d’America, prendendo decisioni basandosi su di esso.

Ecco come funziona.  Prendiamo un foglio e tracciamo una linea al centro. Ora, scriviamo sul lato sinistro tutte le ragioni in favore della decisione positiva della mia proposta.

Inizia a stendere una lista di tutti i vantaggi della tua polizza e non dimenticare di scrivere anche i tuoi servizi personali (alla scadenza vengo io a portarle il rinnovo etc etc). “Si ricorda che abbiamo parlato di questo? E di quello? E di questo? E quello? Lei ha questo che include questo, e così via. ”Assicurati che venga scritta ogni singola ragione per comprare che ti venga in mente. Riepiloga tutte le buone ragioni perche’ il cliente diventi possessore della polizza.

 Allora dirai, “E’ tutto, Sig. cliente?”

“Sta pensando a qualcos’altro?” Eventualmente il cliente potrà dire, “No penso sia tutto,” Tu allora dirai, “Ok, ora riempiamo l’altra parte.” E gli passi il foglio e la penna.

Ora inizia la parte più difficile, ti siedi tranquillo ed in SILENZIO e aspetti.

Ora, il più acuto cliente che abbia mai visto non è in grado di trovare più di tre o quattro ragioni per non comprare.

Tu guardi la sua lista ed esordisci: “Bene Sig. cliente, sembra che abbia preso la sua decisione.”

Quasi invariabilmente il cliente dirà, “Beh, si. Suppongo di si.”

COMPLIMENTI hai appena venduto una polizza!! Bravo !!

Se anche tu sei convinto di non aver bisogno della formazione leggi qua!

Sono 30 anni che faccio questo mestiere e non ho bisogno di nessuno!!

Sono stato migliore Agente per tre anni di fila e lo sarò anche quest’anno!!

Sono tutti i giorni in trincea con i clienti, lo so io di che cosa ho bisogno!! TEMPO PER VENDERE!

Sono ricercato dai clienti, la mia professionalità mi precede, non ho necessità di altro!

Se anche tu ti ritrovi nelle frasi di cui sopra, e sei convinto, di non avere bisogno di me e della mia organizzazione allora in bocca al lupo per il tuo successo! procedi così e vai alla grande!. Ti invito  a guardare questo video e a fare i tuoi ragionamenti del caso.

 

 

Lo vuoi fare il budget VITA premi annui quest’anno????….allora clicca qui 

Perchè non sono riuscito a vendergli quella polizza?

Se anche voi vi ponete questo interrogativo dopo un incontro nel quale non avete concluso la vendita come invece vi aspettavate forse è il caso  di porsi delle semplici domande:

ero in orario? Arrivare un ‘ora prima non fa arrabbiare il cliente, mentre arrivare 10 minuti dopo……provate a ricordare il vostro stato d’animo quando è il vostro ispettore di direzione che arriva con 15 minuti di ritardo.

Ero preparato? La polizza oggetto dell’incontro la conoscevate BENE?, non abbastanza, la dovete sapere BENE. Se non sei preparato il cliente se ne accorge!!

Ero organizzato? Avevo l’agenda, il block notes per gli appunti, la tariffa?, i biglietti da visita, il materiale illustrativo?…..siamo professionisti, comportiamoci da tali

Ho trovato scuse o incolpato qualcuno altro per qualcosa? – I responsabili siete sempre e comunque VOI!….., errore di comunicazione? non ‘è il cliente che non capisce, siete voi che vi siete spiegati male.

 

Ti è piaciuto questo articolo? che ne pensi?….scrivi il tuo parere qui sotto….ti rispondero’!!